Lenti oftalmiche

Weco-1024x666

Quali sono i Trattamenti superficiali per migliorare le qualità fisiche e ottiche delle lenti oftalmiche?

  • Indurente: conosciuto anche come “Antigraffio”, riduce la formazione di graffi superficiali
  • Antiriflesso: riduce i riflessi nocivi per la visione aumentando la trasparenza della lente e garantendo una visione più nitida
  • Anti-imbrattamento: mantiene la lente pulita più a lungo
  • Anti-appannamento: evita l’appannamento della lente in seguito a sbalzi di temperatura o presenza di vapore
  • UV Block (o anti-ultravioletti): protegge dai raggi UV che se assunti in eccesso possono favorire le patologie oculari ed il precoce invecchiamento del cristallino
  • Fotocromatico: si attiva con la luce diurna e modifica la colorazione della lente, che scurisce progressivamente
  • Polarizzante: assorbe i raggi che provocano abbagliamento, dando visione più nitida, miglior contrasto e minor affaticamento visivo
  • Altri trattamenti: Colorazione uniforme, Sfumatura, Specchiatura. E’ possibile realizzare lenti oftalmiche graduate non solo trasparenti ma anche colorate.

Hoya

a_intoduzione02

a_intoduzione03

Le lenti Monofocali sono realizzate con un solo potere diottrico su tutta la loro superficie e possono correggere una sola ametropia (miopia, ipermetropia, astigmatismo o presbiopia).

Possono essere realizzate con due diverse geometrie:

  • Sferiche: geometria classica indicata per le ametropie leggere
  • Asferiche: più sottili delle precedenti, riducono l’antiestetico effetto di ingrandimento o rimpiccolimento dell’occhio e riducono le aberrazioni (difetti di sfericità delle lenti) soprattutto in caso di ametropia elevata, migliorando la visione

Le lenti oftalmiche BIFOCALI consentono la visione a distanza e da vicino tramite un piccolo segmento semicircolare (lunetta) posizionato nella parte bassa della lente. Sono sempre meno utilizzate per motivi estetici e funzionali, poiché la differenza di ingrandimento e di visione tra le due zone è netta e questo “salto” è fastidioso.

Hoyalux

Le lenti progressive permettono la visione a tutte le distanze (lontano, vicino e intermedio) senza soluzione di continuità, con una sola lente e perciò con un solo occhiale. E’ necessaria una prescrizione corretta per garantire il bilanciamento ottimale della visione a tutte le distanze, un’adeguata centratura delle lenti rispetto e soprattutto, lenti progressive di ottima qualità, prive di aberrazioni per aumentare il confort visivo.

L’alto contenuto tecnologico delle lenti progressive richiede il perfetto montaggio e la perfetta centratura. Alcuni parametri infatti devono essere rilevati esclusivamente con l’ausilio di un centratore digitale:

  • Distanza asse-visuale orizzontale e verticale
  • Angolo pantoscopico
  • Angolo di avvolgimento
  • Distanza apice corneale-lente

Oltre a questi dati è sempre necessario conoscere le abitudini dell’utilizzatore nell’uso dell’occhiale nella vita quotidiana. Le lenti progressive necessitano di un breve periodo di adattamento alla visione, variabile da persona a persona.

OfficeLe lenti Dinamiche, dette anche Degressive o “Office” sono studiate per il lavoro d’ufficio, al PC e nelle tipiche attività “Desktop” che richiedono una visione con più zone di messa a fuoco. Il campo di visione nitida varia dalla distanza di lettura (30 centimetri) ad un massimo di 3 metri. Grazie a queste lenti si riduce sensibilmente anche l’affaticamento visivo.

Sono la soluzione ideale per il giovane che non ha bisogno di occhiali e per il presbite iniziale che comincia a provare affaticamento visivo.

Alcuni parametri delle lenti dinamiche devono essere rilevati esclusivamente con l’ausilio di un centratore digitale:

  • Distanza asse-visuale orizzontale e verticale
  • Angolo pantoscopico
  • Angolo di avvolgimento
  • Distanza apice corneale-lente

Le lenti dinamiche necessitano di un adattamento alla visione estremamente più rapido delle lenti progressive.